Cancro alle ossa nei cani: sintomi, cause, trattamento e prevenzione

Cancro alle ossa nei cani: sintomi, cause, trattamento e prevenzione

La diagnosi di cancro alle ossa nei nostri animali domestici è sempre un momento difficile per noi e per loro. Riconoscere i sintomi di un tumore osseo maligno, sapere cosa può essere la causa, come trattarlo e, se possibile, come prevenirlo, sono tutti essenziali per affrontare una situazione così dolorosa.

Cancro alle ossa nei cani

Ci sono diversi tipi di tumori ossei I tumori ossei nel cane possono essere divisi in due gruppi principali, tumori primari e secondari.

Un tumore osseo primario è quando il cancro si sviluppa dall’osso, e un tumore osseo secondario è quando il cancro si diffonde da un altro organo all’osso.

L’osteosarcoma e il condrosarcoma, tumori maligni primari, sono le due forme più comuni di cancro alle ossa nei cani. Ma osteosarcoma che attacca più spesso le ossa lunghe dello scheletro, è di gran lunga la forma più comune di osteosarcoma. il più comune. Rappresenta quasi l’85% dei tumori ossei diagnosticati nei cani.

La prognosi medica è scarsa e l’aspettativa di vita di un cane con un cancro alle ossa è breve. È tra i 4 e i 5 mesi senza trattamento, e fino a 1 anno dopo il trattamento.

I sintomi

Come per i tumori ossei nell’uomo, è difficile dare punti di riferimento infallibili per identificare i sintomi del cancro alle ossa nei cani. Sono variabili e, sfortunatamente, alcuni sono in ritardo e diventano visibili solo quando la malattia è progredita in modo significativo.

Tuttavia, ci sono un certo numero di segni, isolati o raggruppati, che possono dare qualche indicazione. Tra i più comuni ci sono :

  • Una zoppia pronunciata;
  • Gonfiore di un arto o di un’articolazione;
  • Dolore significativo;
  • Nausea e vomito;
  • Perdita di appetito;
  • Difficoltà di respirazione;
  • Grande fatica;
  • Deperimento muscolare…

I tumori ossei sono malattie molto dolorose per i cani, e l’osteosarcoma causa spesso fratture improvvise perché l’osso attaccato è indebolito. La presenza di uno o più di questi sintomi dovrebbe portarvi a consultare prontamente un veterinario che può fare una diagnosi.

La diagnosi del cancro alle ossa

La registrazione dei sintomi clinici e la radiografia indicherà al veterinario, in prima istanza, se il cancro alle ossa deve essere indagato.

Questi due esami possono talvolta essere completati da un TAC ma solo una biopsia (rimozione del tessuto osseo sospetto) e l’analisi di questo campione può confermare o confutare la diagnosi con certezza.

Cause

Come la maggior parte dei tumori maligni, le cause del cancro alle ossa nei cani non sono note. non chiaramente definito.

È noto, tuttavia, che questa patologia colpisce più spesso cani di età superiore ai 10 annianche se sono stati riportati casi in cani più giovani, tra 1 e 2 anni di età.

Tra le razze di cani, si nota anche che cani grandi e molto grandi sono più spesso colpiti da questo tipo di cancro. La seguente è una lista non esaustiva delle razze più soggette all’osteosarcoma:

  • Borzoi ;
  • Pastore Tedesco ;
  • Doberman ;
  • Alano ;
  • Golden Retriever;
  • Levriero ;
  • Irish Wolfhound ;
  • Rottweiler ;
  • San Bernardo;
  • Deerhound scozzese;
  • Setter irlandese…

Il trattamento

A seconda della natura e della localizzazione del tumore osseo maligno, chirurgia e più spesso che no, amputazione dell’arto colpito, sono le vie preferite, al fine di evitare la diffusione, ma anche, per alleviare l’animale.

In alcuni casi, soprattutto quando l’amputazione non è possibile, il tessuto osseo colpito viene rimosso e viene applicato un endoprotesi sintetica è inserito. L’arto è conservato, ma il cancro continua a progredire. Si tratta di una terapia complessa e macchinosa che non è possibile per tutti i cani e ci sono molte complicazioni post-operatorie.

Oltre alla chirurgia, il chemioterapia permette di prolungare l’aspettativa di vita dell’animale. Il radioterapia a volte ridurrà l’infiammazione e il dolore, ma non tutti i cani sono suscettibili.

Immunoterapia è anche tra le opzioni di trattamento e molti studi sono in corso che mostrano la promessa per i cani con cancro alle ossa.

Un nuovo trattamento per l’osteosarcoma

Non c’è ancora una cura per il cancro alle ossa nei cani, ma i trattamenti si stanno evolvendo e offrono qualche speranza di ottenere una migliore gestione della malattia e un sollievo dal dolore più efficace.

Olivier Gauthier, professore di chirurgia veterinaria a Nantes, ha sviluppato una nuova tecnica chirurgica per l’osteosarcoma che consiste in iniettando un cemento a base di fosfato di calcio a livello del tumore. Questo è meno invasivo e permette di conservare l’arto colpito e sollievo immediato e duraturo l’animale.

Lo studio clinico è stato realizzato nel 2020 su un centinaio di cani e questa procedura è ora disponibile in Italia. Parlate con il vostro veterinario che saprà consigliarvi.

Prevenzione

Non c’è nessun nessuna misura preventiva per cercare di proteggere i nostri piccoli compagni dal cancro alle ossa. Tuttavia, diagnosi precoce La diagnosi precoce, soprattutto dei cosiddetti tumori “secondari”, migliora notevolmente la gestione e prolunga l’aspettativa di vita del cane.

E in ogni caso, come faremmo per noi stessi, mettete in atto per il vostro cane uno stile di vita sano. Fornire cibo sano, fare esercizio, usare prodotti sani (antiparassitari e sverminanti). Evitare l’esposizione a prodotti tossici o potenzialmente cancerogeni come detergenti per la casa, insetticidi e pesticidi.

Questo è il miglior consiglio che possiamo dare!

leonardo
Rate author
🐶 Zoonline